Comunichiamoci

Comunicare. Trasferire messaggi, (far) comprendere significati, offrire la propria esperienza, (far) partecipare, fare un dono,(non) capirsi, ascolto, persuasione.

 Mi sono imbattuta per caso in questa tematica, alle soglie della laurea (sì sempre quella in Filosofia, e no, non era molto difficile, col piano di studi libero..). E ho iniziato ad appassionarmici, ad approfondire, ad esplorare le teorie più o meno di moda. E ho capito che il vero campo di osservazione e studio altri non ero che io. Io-in-relazione. Che di suo, questa cosa non andrebbe neanche specificata. Io sono costantemente in relazione. Con un altro, con altri due, tre, cinque, con me stessa, e nel profondo di me stessa, con un soggetto, anzi bando agli indugi, con un Soggetto.

 Ecco, amo molto metacomunicare sulla comunicazione (questo poi si traduce, nel mio rapsodico lavoro, in tradizionali corsi più o meno lunghi fatti con le slides -ci libereremo mai della piaga di PowerPoint e degli elenchi puntati?- i filmati, i giochi, i test.. ). Inafferrabile il concetto di comunicazione, come un bersaglio mobile, tutti sempre impegnati nella espressione di noi stessi, del nostro mondo, volenti o nolenti, e sempre a interrogare a volte ad implorare la realtà, quel cocciuto intralcio al febbrile “ognunismo” di questi tempi (neologismo copiato da Costanza Miriano!), che ci risponda. E quando ci capita addirittura interessati a cogliere davvero l’altro, il senso di quello che dice o tace di sè. Approssimativamente, cioè approssimandoci il più possibile. Sì, occorre sforzarsi. No, non esistono corsi di formazione che ti insegnino l’arte magica di comunicare, per davvero intendo.

Colgo l’occasione per invitare a nuotare come i salmoni  contro la corrente che saluta con entusiasmo e sponsorizza SOLO  i riferimenti filosofici o pseudo tali a teorie orientaleggianti, new age, sbrodolamenti vari neopagani per spiegare come funziona l’uomo, come fa a stare bene e non ultimo come può turlupinare il prossimo suo facendogli comprare qualunque cosa, o illudendolo di addestrarlo a manovrare a  proprio piacimento le risorse umane- espressione raccapricciante, che resiste- a sua disposizione, e altri obiettivi strategici del genere “in linea con la mission aziendale”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...