Il filosofo contadino Gustavo

Mienmiuaif

“Pompelmo Rosa Stories” di Giuseppe Signorin

Dopo un paio di giorni pompelmorosadrammatici, arriva a risollevare la situazione nell’appartamentino dei coniugi Pompelmo il filosofo contadino Gustavo. Si siedono tutti e tre sul divanetto nel salottino. Il filosofo contadino Gustavo tiene sempre stretto fra le mani il manico della sua zappa.

“Anch’io ho un orto”, si azzarda a dire il fico di Pompelmo Fico.

“Non confondere la santità e la perfezione. Chi mai dice che i santi sono ‘canaglie di cui Dio si è occupato’? La loro miseria è profonda quanto la nostra, ma è purgata dall’orgoglio che la gonfia dall’interno e la trasfigura all’esterno: non un volto più bello, ma la maschera in meno – un nulla che si riconosce e non pretende più di bastare a se stesso…”

“Vero!”, dice entusiasta Pompelmo Fico, che però si è dimenticato un particolare, prima dell’incontro: avvertire Pompelmo Rosa che il filosofo contadino Gustavo parla per aforismi, non sempre…

View original post 300 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...